Home » Il Festival Città Impresa: c’è più ripresa di quella che si vede

Il Festival Città Impresa: c’è più ripresa di quella che si vede

di Francesca Basso, Corriere della Sera, 22 marzo 2017

C’è più ripresa di quello che si vede. Sono i numeri a dirlo. I dati sui distretti industriali raccontano di una crescita doppia di quella dell’Italia: per quest’anno e per il 2018 è prevista una performance superiore al 2%, trainata dai mercati esteri e sostenuta dalla domanda interna. Tra i distretti migliori figurano quelli del Nord Est. Parte da qui la decima edizione del «Festival CittàImpresa», che sarà ospitata a Vicenza dal 31 marzo al 2 aprile. La manifestazione diretta da Dario Di Vico, svilupperà diversi filoni tematici. Il centro è rappresentato dal racconto dell’asse Torino-Milano-Nordest, che cerca di ragionare su come le Venezie si rapportino alla crescita straordinaria di Milano e al suo ruolo di vetrina per i servizi e di rimbalzo per il manifatturiero più innovativo, che ha in Europa e nel mondo. La prima giornata affronterà le questioni cruciali del ruolo dell’Europa in un’incontro con il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, e dei difficili equilibri della geopolitica in un dibattito con l’amministratore delegato dell’Eni, Claudio Descalzi. Si discuterà anche di banche con Ferruccio de Bortoli e Luigi Zingales. La seconda giornata, invece, avrà come ospite il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio, che sarà chiamato a confrontarsi sulla questione chiave della «piattaforma padana», il sistema costituito da Alta velocità, Smfr (la «metro» del Veneto centrale), autostrade e porti. Altro filone tematico è l’Industria 4.0, analizzata sotto differenti aspetti: dall’offerta italiana di robot, al rapporto con il lavoro e alle conseguenze di politica industriale che ne derivano per il Paese. Si discuterà anche degli effetti della globalizzazione e di populismo con Giuseppe De Rita, Maurizio Landini e Tommaso Nannicini. E di capitalismo e investimenti (nella terza giornata) con Gregorio De Felice e Fabio Storchi. Ci sarà poi il confronto tra alcuni sindaci: Chiara Appendino, Giorgio Gori e Achille Variati. Il Festival — promosso dalla piattaforma editoriale VeneziePost e dal Comune di Vicenza con la collaborazione della Fondazione «Corriere» — vedrà anche la partecipazione di Raffaele Cantone, presidente dell’Anac.