Home » Bergamo, torna il Festival Città Impresa. Il sindaco Giorgio Gori: «Siamo al centro della ripresa»

Bergamo, torna il Festival Città Impresa. Il sindaco Giorgio Gori: «Siamo al centro della ripresa»

Corriere di Bergamo / di Donatella Tiraboschi

Tre giorni di dialoghi su politica ed economia, con Gentiloni, Mentana, Bonomi e Bombassei.

«Se nei prossimi giorni parleremo di queste cose faremo l’interesse, non solo degli addetti ai lavori, ma anche di chi ci ascolterà o ci leggerà». Tra i protagonisti del Festival Città Impresa, il patron di Brembo, Alberto Bombassei, ha proposto ieri, nella presentazione della kermesse che si terrà da oggi a dopodomani in città e al Kilometro Rosso, un punto di vista inedito. Sociologico, con la messa a terra delle preoccupazioni che attanagliano un po’ tutti in questo autunno di rincari: «Le materie prime sono cresciute, per non parlare degli aumenti su energia, gas e benzina. Questo significa per chi guadagna 1.300 euro al mese, un’incidenza di almeno il 20% sul salario. Questa altro non è che inflazione, un problema dai risvolti sociologici che oggi non sono attenzionati come si dovrebbe. È un argomento di cui mi piacerebbe si parlasse, al netto del fatto che stiamo vivendo un anno eccezionale, contrassegnato in più ambienti da grande entusiasmo».

Non solo gli imprenditori, i manager e i professionisti potranno appassionarsi ai temi. Nella full immersion di incontri e di argomenti trattati — 17 gli appuntamenti con decine di autorevoli interventi ripartiti su tre aree tematiche: la crescita, le politiche sociali ed altri elementi collaterali — nell’ambito della quarta edizione di Bergamo Città Impresa, saranno in molti a trarre spunti di riflessione sulle declinazioni che l’economia e l’imprenditoria assumono nella vita di ogni giorno. È questa, come suggerito in filigrana da Bombassei, la mission più autentica di un evento che mette al centro del caleidoscopio di riflessioni economiche e industriali Bergamo, considerata città simbolo della ripartenza post-Covid. «Bergamo è la città della ripresa — ha confermato nel suo intervento il sindaco Giorgio Gori —, vantiamo dei solidi fondamentali, un export robusto, una manifattura d’avanguardia e la più bassa percentuale di disoccupazione del Paese. È un Festival che abbiamo voluto, profondendo un impegno nella costruzione del panel che lo caratterizza come evento nazionale, ma con le radici che affondano nel territorio», ha concluso il primo cittadino, rimarcando quell’«incrocio delle forze» tra Bergamo e Brescia che verrà messo in evidenza domani (Centro congressi, ore 18) quando lo stesso Gori duetterà con il collega Emilio Del Bono, in un evento condotto da Dario Di Vico, editorialista del Corriere e ideatore del festival.

Avvicinarsi a concetti come transizione ecologica e trasferimento tecnologico, ma anche ai mondi industriali delle filiere e delle implicazioni relative allo Smart working sarà alla portata di tutti. Basterà mettersi all’ascolto (gli eventi possono essere seguiti in streaming oltre che in presenza) e scegliere dal nutrito programma il tema che più interessa, perché questo è l’obiettivo del Festival, promosso da ItalyPost, in collaborazione con le istituzioni territoriali (Comune, Camera di Commercio, Confindustria, Confartigianato di Bergamo, oltre a L’Economia del Corriere della Sera e l’Eco di Bergamo): aprire il mondo economico a tutti. Renderlo comprensibile anche nelle sue aspirazioni internazionali con le sfide a cui, tra i diversi temi di tre giorni intensissimi, le imprese, l’Italia e l‘Europa sono attese. Con la speranza, come ipotizza con un punto di domanda, l’incontro odierno (alle 18 al Centro Congressi Papa Giovanni XXIII): che l’Italia sia alla vigilia di un decennio d’oro? La risposta spetterà a Francesco Giavazzi, consigliere economico del presidente Draghi, tra gli ospiti di un parterre di assoluto rilievo; dal commissario europeo per l’Economia Paolo Gentiloni che dialogherà con il numero uno di Confindustria, Carlo Bonomi, sulle scelte di Bruxelles a Lorenzo Bini Smaghi, già membro del comitato esecutivo della Bce che interverrà sulla globalizzazione, mentre il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, si confronterà sui i pro e contro del reddito di cittadinanza.

Il programma completo è disponibile sul sito festivalcittaimpresa.it