Home » AL BERGAMO CITTÀ IMPRESA TUTTI I BIG. DOMANI SUL PALCO TRA GLI ALTRI GENTILONI, BONOMI E MENTANA

AL BERGAMO CITTÀ IMPRESA TUTTI I BIG. DOMANI SUL PALCO TRA GLI ALTRI GENTILONI, BONOMI E MENTANA

Nella seconda giornata attesi gli interventi in presenza di Paolo Gentiloni, Carlo Bonomi e Enrico Mentana. Presenti anche Veronica De Romanis, Lorenzo Bini Smaghi, Giorgio Gori, Guido Guidesi, Marco Bentivogli e Antonio Calabrò. Domenica chiusura con Renato Mazzoncini, Katia Bassi, Federico Visentin, Alberto Bombassei

 

Continua il Festival Bergamo Città Impresa, che ha preso avvio oggi venerdì 12 novembre e proseguirà domani e dopodomani, 13 e 14 novembre, con l’obiettivo di immaginare e costruire solide basi per una ripresa che, se da un lato è pienamente in atto, dall’altro è ancora gravata da incognite di non poco conto: dai nodi legati a materie prime e trasporti alla ripresa dell’inflazione, passando per il mismatch tra una forte domanda di lavoratori e una scarsità di personale che ormai non riguarda più solo le figure altamente specializzate. L’appuntamento è affidato alla direzione di Dario Di Vico, giornalista del Corriere della Sera.

Promosso da ItalyPost, L’Economia del Corriere della Sera, il Comune di Bergamo, la Camera di Commercio di Bergamo, Confindustria Bergamo, Confartigianato Bergamo e L’Eco di Bergamo, in collaborazione con la Commissione Europea e il Kilometro Rosso, sotto il patrocinio dell’Università degli Studi di Bergamo, con il supporto di Intesa San Paolo, Brembo e Lago in veste di main partner, e con la partnership di A2A, il Festival fa il punto sullo stato dell’economia dopo il difficile 2020 e sugli elementi chiave che spingono una crescita che sia forte e robusta nonostante le numerose incognite ancora presenti.

 

Sabato con Gentiloni, Bonomi e Mentana

Il programma del sabato, come da tradizione del Festival Città Impresa, sarà particolarmente ricco e articolato. Nel corso della mattinata si susseguiranno incontri e dibattiti i cui temi saranno: l’efficacia delle politiche di sostegno economico, la mutazione dell’industria nel post-pandemia, la globalizzazione, le diversità che caratterizzano le nuove imprese, con focus sui cambiamenti delle nuove modalità lavorative.

La giornata si aprirà con un confronto tra Veronica De Romanis, docente di European Economics Luiss Guido Carlo e Stanford University (Firenze) e Pasquale Tridico, presidente Inps. Il confronto, dal titolo “Reddito di cittadinanza, i pro e i contro” sarà moderato da Francesco Seghezzi, direttore Fondazione ADAPT.

A seguire, l’incontro a tema “I nuovi prodotti industriali del dopo pandemia”. Il tema sarà introdotto da Andrea Marinoni, partner Kearney, e vedrà poi conversare Danilo Mattellini, business developer AgmDesign, Daniele Regazzoni, docente di Progettazione industriale Università di Bergamo ed esperto di tecniche di progettazione e Monica Santini, amministratore delegato Santini e presidente Servizi Confindustria Bergamo. A moderare Filiberto Zovico, fondatore Italypost.

Continuando ad affrontare il tema dei cambiamenti accelerati dalla pandemia, durante la mattinata si svolgerà anche il dibattito “La globalizzazione si è rotta?”. Interverranno all’incontro, condotto da Nicola Saldutti, caporedattore Economia del Corriere della Sera, Lorenzo Bini Smaghi, presidente Societe Generale, già membro del comitato esecutivo BCE e Fedele De Novellis, partner Ref Ricerche.

Si proseguirà con la presentazione del libro vincitore del Premio Letteratura d’Impresa 2021 “La classe avversa” (Hacca Edizioni) di Alberto Albertini. Il libro è stato premiato in occasione dell’edizione vicentina del Festival Città Impresa, e dà ora lo spunto per riflettere sul “lato oscuro delle imprese familiari”. A introdurre l’incontro Antonio Calabrò, presidente Museimpresa. L’autore del libro converserà con Emanuela Colosio, amministratore delegato Colosio, Giorgio Ferraris, amministratore delegato Fine Foods & Pharmaceuticals NTM e Luca Vignaga, autore di “L’impresa è un romanzo” (Post Editori, 2021). A moderare l’incontro l’inviata speciale del Corriere della Sera Raffaella Polato.

Nel primo pomeriggio si parlerà del tanto discusso tema dello smart-working, grazie alla partecipazione di Michele Tiraboschi, docente di diritto del lavoro all’Università di Modena e Reggio Emilia, che introdurrà l’argomento, e di Marco Bentivogli, coordinatore di Base Italia, Davide Pelucchi, direttore relazioni industriali di Generali Italia. L’evento sarà moderato dalla giornalista del Corriere della Sera Rita Querzè.

Si proseguirà poi con un incontro dal titolo: “Generare valore per tutti: il ruolo del trasferimento tecnologico”. Interverranno Anna Amati, fondatrice e key-manager fondo Eureka!, Sergio Cavalieri, rettore eletto e docente di Impianti industriali meccanici Università di Bergamo, Salvatore Majorana, direttore Parco Scientifico Tecnologico Kilometro Rosso, Ferruccio Resta, rettore Politecnico di Milano. A coordinare l’incontro sarà Marcello Zacché, caporedattore economia Il Giornale.

Sarà poi il momento di allargare gli orizzonti all’Europa, con particolare attenzione al mondo dell’industria: l’incontro “Le scelte di Bruxelles e quelle dell’industria”, condotto da Dario Di Vico, giornalista del Corriere della Sera godrà della preziosa presenza di Paolo Gentiloni, commissario europeo per l’Economia e del presidente di Confindustria Carlo Bonomi.

Protagoniste del penultimo incontro saranno le città di Bergamo e Brescia. Gli interventi di Emilio Del Bono, sindaco di Brescia, e Giorgio Gori, sindaco di Bergamo, costituiranno il nucleo dell’incontro “Bergamo e Brescia, prove tecniche di alleanza”, introdotto da Aldo Cristadoro, amministratore delegato Intwig e Giuseppe De Luca, responsabile scientifico Fondazione Legler per la storia economica e sociale di Bergamo. Agli interventi seguirà l’intervista a Guido Guidesi, assessore allo Sviluppo economico Regione Lombardia. Modererà Dario Di Vico, giornalista del Corriere della Sera.

A concludere l’intensa giornata del sabato sarà il panel “L’informazione nella stagione della pandemia”: ospite d’eccezione è Enrico Mentana, direttore TG La7, che dialogherà con Andrea Valesini, caporedattore centrale L’Eco di Bergamo.

 

Domenica la chiusura sull’impegnativa scalata verso la transizione ecologica  

La mattinata della domenica sarà caratterizzata da una coppia di appuntamenti a tema transizione ecologica. Il primo incontro, che discuterà dei nodi di questa rivoluzione ormai in atto, vedrà come protagonisti Elena Granata, docente di Urbanistica al Politecnico di Milano, Renato Mazzoncini, docente di Mobility Infrastructure and Service Politecnico di Milano, amministratore delegato e direttore generale A2A, e Chicco Testa, presidente FISE Assoambiente. La conduzione sarà affidata a Stefano Agnoli, caporedattore Corriere della Sera.

A concludere il Festival è un incontro dal titolo “Verso l’auto elettrica, la difficile traversata”. Ad aprire l’evento sarà un’intervista a Mauro Petriccione, direttore generale DG CLIMA Commissione UE curata dalla giornalista del Corriere della Sera Francesca Basso. Seguiranno gli interventi di Katia Bassi, managing director Silk Faw, Alberto Bombassei, presidente Brembo e Federico Visentin, presidente Mevis, presidente Federmeccanica e presidente CUOA Business School. La moderazione sarà di Raffaella Polato, inviata speciale del Corriere della Sera.