Roberto
Maroni
Nato a Varese, coniugato, tre figli. Avvocato. Eletto Deputato nel 1992, diventa Presidente del Gruppo parlamentare della Lega Nord alla Camera nel 1993. L’anno successivo entra a far parte del primo Governo Berlusconi come Vice Presidente del Consiglio e Ministro dell’Interno. Viene rieletto alla Camera nel 1996 e nel 2001. In quest’anno assume la carica di Ministro del lavoro e delle politiche sociali (Welfare) nel secondo Governo Berlusconi. Nel corso del suo mandato porta a compimento, dopo un intenso dialogo con le Parti Sociali, una profonda riforma della normativa sul lavoro con la Legge Biagi, che rende più flessibile ed inclusivo il mercato del lavoro. Realizza anche una importante riforma delle pensioni con lo scopo di sviluppare il sistema della previdenza integrativa privata. Nel 2006 è eletto Presidente del Gruppo parlamentare Lega Nord alla Camera e diventa membro del COPASIR, dell’Assemblea del Consiglio d’Europa e dell’Unione dell’Europa Occidentale. Nel 2008 viene rieletto alla Camera e fa parte del terzo Governo Berlusconi con la carica di Ministro dell’Interno. Durante il mandato sviluppa una incisiva azione di contrasto al crimine organizzato conseguendo significativi risultati, in particolare nell’aggressione ai patrimoni mafiosi. Il 1° luglio 2012 diventa Segretario Federale della Lega Nord. Nel febbraio del 2013 è eletto Governatore della Lombardia. Ha svolto il mandato di governo con grande e costante attenzione ai bisogni dei territori, valorizzando competenze e capacità, approvando leggi importanti e innovative, tra cui la riforma del sistema sanitario regionale, la legge contro il consumo del suolo, la promozione dell’attività di ricerca e innovazione, la lotta al gioco d’azzardo. Al termine del mandato di Governatore ha deciso di dedicarsi all’attività professionale di avvocato. È nell’Advisory Board dello studio legale Gatti Pavesi Bianchi e membro del CdA della Triennale di Milano.