Ermete
Realacci
È nato a Sora (FR) il primo maggio 1955 e vive a Roma. Ha guidato fin dai primi anni Legambiente, di cui è tuttora presidente onorario. Ha promosso e presiede Symbola, la Fondazione per le qualità italiane. Nella passata Legislatura è stato Presidente della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici della Camera. Molte le battaglie che ha condotto in questi anni: dalla difesa dell'ambiente inteso come intreccio inimitabile di natura, cultura, coesione sociale, creatività e punto di forza di tutte le risorse italiane più preziose - il paesaggio, i beni culturali, il turismo di qualità, il Made in Italy - alla difesa delle produzioni agroalimentari, alle iniziative dirette a liberare le città dall'inquinamento, dal traffico e dall'abusivismo edilizio, fino alla lotta alle ecomafie. Per dare voce e forza ai tanti talenti italiani, come risorsa del futuro per il nostro Paese, ha scritto insieme ad Antonio Cianciullo il libro Soft Economy (BUR 2005) e, nel 2012, Green Italy, Perché ce la possiamo fare (Chiarelettere).
sabato 30 marzo 2019 / ore 16:30 - 17:45
Palazzo Chiericati
La bioeconomia fa ripartire i territori
Dialogo tra
Catia Bastioli, amministratore delegato Novamont, autrice di "Bioeconomia per la rigenerazione dei territori" (Edizioni Ambiente)
Paolo Collini, rettore Università di Trento
Ermete Realacci, presidente Fondazione Symbola
Conduce
Elena Comelli, giornalista Corriere della Sera